Come meditare con le pietre

Cristalli e minerali
9 Luglio 2021

All’interno del nostro e-commerce citiamo spesso il potere delle singole pietre nella meditazione, in particolare nelle schede informative di ciascun minerale, indicando anche le sue proprietà mentali, spirituali e metafisiche.

Abbiamo ritenuto utile, pertanto, approfondire la questione di come meditare con le pietre al fine di mettere in luce tutte le potenzialità dei pezzi unici di minerali che selezioniamo per il nostro shop.

Di una cosa siamo certi, ovvero che cristalli e pietre stanno incrementando la loro popolarità come pezzi di decorazione nelle case fornendo un tocco naturale all'arredamento ed inoltre, negli ultimi anni, si sta sviluppando anche un maggiore interesse nell'uso dei cristalli per scopi più esoterici e curativi.

Le culture di tutto il mondo hanno usato i cristalli nelle pratiche di guarigione e meditazione per migliaia di anni. Pertanto, potremmo dire che già nell'antichità di parlava di come meditare con le pietre, soprattutto in assenza di soluzioni curative efficienti per la mente e il corpo. La domanda principale da porsi è: ma i cristalli possiedono poteri curativi?

Secondo i guaritori che usano i cristalli la risposta è sicuramente sì.

C'è una lunga storia che si estende su migliaia di anni relativa all’uso dei cristalli per la guarigione e la protezione ed esistono molte forme di meditazione per concentrarsi e raggiungere uno stato di coscienza più elevato. Quest’ultime, infatti, usano il potere intrinseco dei cristalli, in quanto si crede che essi abbiano un effetto sulla coscienza.

Sapere come meditare con le pietre può rendere il momento della meditazione molto più profondo, fornire un oggetto di messa a fuoco e aumentare la coscienza e consapevolezza del proprio sé superiore.

 

A quale scienza affidarsi per capire come meditare con le pietre?

Non ci sono prove scientifiche che i cristalli possano aiutare nella guarigione, nella meditazione o nelle attività spirituali. Sebbene una scienza specifica del settore sia quasi inesistente e siano necessarie ancora ulteriori ricerche, ci sono testimonianze storiche relative all’uso dei cristalli per la guarigione. Dal punto di vista scientifico, la fisica quantistica sta aprendo nuove ed interessanti frontiere nella dimostrazione delle proprietà dei cristalli.

Al momento, è possibile fare affidamento solo a poche fonti ufficiali, come quelle fornite dal Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste dove un gruppo di ricercatori di fisici e teorici ha dimostrato, attraverso uno studio sperimentale, che lanciando vibrazioni estremamente intese in un cristallo mediante l'utilizzo di un laser, l'interazione creatasi può generare oscillazioni della materia e portare, quindi, alla scoperta di nuove proprietà nei materiali.

Questi tipi di ricerche potrebbero iniziare ad aprire la strada verso la prova che le differenti frequenze di vibrazione prodotte dai cristalli potrebbero in qualche modo modificare e alterare gli stati di interazione della nostra aurea (anche noi, come tutto in natura, siamo solo energia e vibrazione) e la realtà che ci circonda. Ecco, quindi, che saper come meditare con le pietre ed interagire con le loro vibrazioni potrebbe rivelarsi una pratica molto utile per la mente ed il corpo.

Come meditare con le pietre: da dove cominciare?

1 - Per iniziare con la meditazione con i cristalli, avrai bisogno del cristallo individuato e della volontà di praticare, in particolare se la meditazione è nuova per te.

2 - La questione chiave della meditazione è praticare il più regolarmente possibile e far sì che diventi parte della routine di cura di se stessi. Spesso se ti senti di non avere tempo o ti senti stanco o malato, più che mai avrai bisogno di dedicarti alla meditazione.

3 - Quando è il momento di iniziare, crea l'atmosfera. Trova un luogo in cui non sarai disturbato, imposta il termostato su una temperatura confortevole e regola l'illuminazione per un'atmosfera di totale relax.

4 - Se sei già un meditatore esperto, puoi semplicemente aggiungere il cristallo alla tua pratica attuale.

Puoi anche aggiungere strumenti che aiuteranno durante la meditazione come: candele, oli essenziali, incenso, immagini di antenati, immagini di figure ispiratrici (es. il Buddha), oggetti sacri, musica rilassante.

Quindi, tieni a portata di mano i cristalli che utilizzerai.

Purificare le pietre prima della meditazione

Ora che abbiamo capito come meditare con le pietre, è importante conoscere come dedicarsi alla pulizia dei propri cristalli prima di iniziare la seduta di meditazione. Puoi farlo nei seguenti modi:

  • passare il tuo cristallo attraverso l'incenso, in particolare il fumo di salvia
  • usare suoni, come canti o campane tibetane
  • esporre il cristallo al sole o al chiaro di luna per diverse ore
  • mettere il cristallo sotto l'acqua corrente
  • immergere il tuo cristallo in acqua salata
  • coprire il cristallo con del riso integrale all’interno di una ciotola

Alcuni metodi di pulizia sono appropriati solo per particolari cristalli, quindi assicuratevi di fare le vostre ricerche prima di iniziare. Nel nostro blog è presente un articolo proprio su come purificare/pulire e rigenerare i minerali, clicca qui se sei interessato a conoscere altre metodologie di purificazione delle pietre.

Come meditare con le pietre da seduti

Mettiti a terra e chiedi alla tua intelligenza innata di aiutarti in questa sessione. Cerca di impostare la tua intenzione in modo tale che qualsiasi informazione o azione sia per il bene supremo dell'umanità.

Quindi, chiedi ai tuoi cristalli il permesso di usare le loro vibrazioni. Collegati semplicemente al tuo intuito e cerca una risposta. Concentrati sul tuo respiro e sulle vibrazioni dei cristalli, mantieni il respiro rilassato e guarda dove ti portano le energie. Ad alcune persone piace chiudere gli occhi, ad altre tenerli socchiusi: prova entrambi le soluzioni e scegli quella che ti aiuta maggiormente a concentrarti!

Se noti che la tua mente vaga, non essere preoccupato, ci vuole molto tempo per imparare a meditare nel modo giusto. Essere distratti è normale, se vi sono pensieri che ti turbano, mandali via e concentrati per metterti in armonia con la vibrazione del cristallo. Generalmente non si dovrebbe meditare con i cristalli per più di 15 – 20 minuti a sessione e se si sentono sensazioni sgradevoli è bene interrompere la pratica e bere dell’acqua.

 

Uscire dalla fase di meditazione

Quando la sessione di meditazione è finita, diventa gradualmente consapevole di te stesso nella stanza.

1 - Potresti voler allungare e muovere le dita delle mani e dei piedi, fare un po’ di stretching

2 - Non avere fretta, bevi un bicchiere d'acqua per disintossicarti e sii consapevole della tua esperienza e dei risultati raggiunti

3 - Se mediti quotidianamente, non aggiungere più di un cristallo a settimana alla tua seduta visto che si sta lavorando con alcune energie potenti.

4 - Hai bisogno di tempo per assimilare e liberarti di qualsiasi vibrazione negativa per cui mantieni la calma e rilassatati.

5 - Infine ricordati che la meditazione è un lungo viaggio che dura molti anni. Non avere fretta!

Altri consigli su come meditare con le pietre

Ora che conosci le basi ed hai un’idea di come meditare con le pietre, potresti sperimentare e vedere quale metodo di meditazione con i cristalli funziona meglio per te. Se sei appena agli inizi segui questi consigli:

1 - Griglie o cerchi di cristallo. Se non vuoi che i cristalli tocchino il tuo corpo mentre mediti, puoi creare una griglia o un cerchio di cristallo. Posiziona i tuoi cristalli intorno a te o direttamente di fronte a te.

2 – Durante un bagno rilassante. Se hai difficoltà a rilassarti, potresti trovare utile mediare con i cristalli mentre ti concedi un bagno caldo. Tuttavia ricordati di controllare di non bagnare alcuni tipi di cristalli, ad esempio come la Selenite o la Calcite poiché si dissolveranno.

3 – Posiziona i cristalli sui tuoi Chakra. Si pensa che i Chakra siano trasduttori di energia verso il tuo corpo energetico. Ognuno di essi rappresenta una parte diversa del tuo essere fisico e spirituale. Quando mediti, puoi posizionare un cristallo sul Chakra che si allinea con la tua intenzione curativa, in modo tale da attivare le aree interessate e riequilibrare le energie. Il bilanciamento dei Chakra è comunemente ed efficacemente utilizzato posizionando i corrispondenti cristalli colorati mentre mediti.

Tipi di cristalli e loro benefici durante la meditazione

Se ora avrai chiaro come meditare con le pietre, è possibile che tu ti stia ancora chiedendo quali minerali fanno più al caso tuo per meditare. Come specialisti ci sentiamo di consigliare vivamente vari cristalli per l'uso in meditazione. Non avrai bisogno di una grande collezione di pietre a portata di mano per iniziare, anche se averne di differenti è consigliato.

Il primo minerale che ti consigliamo è il Quarzo trasparente o Quarzo ialino, che consente stati alterati di coscienza e il bilanciamento dei chakra.

Il Cristallo di Rocca, anche chiamato Quarzo ialino, è il “cristallo per eccellenza” usato nella meditazione: incolore e trasparente, piace per la elegante semplicità e per la capacità di scomporre la luce bianca nei colori dell’arcobaleno. Questo Quarzo è una delle pietre più utilizzate in cristalloterapia, è utile per lavorare sul Settimo Chakra e su tutti quanti gli strati dell’aura, viene utilizzato in meditazione per aumentare la consapevolezza spirituale.

La seconda scelta per i principianti è la Selenite. È un cristallo a base di gesso, benefico per la comunicazione con il tuo sé superiore e i regni superiori. Nella meditazione, aiuta a ricordare le vite passate e contiene tutta la conoscenza sacra. La Selenite è una pietra ad alta vibrazione e attiva il Chakra della Corona. Porta luce e guarigione a ogni cellula del corpo.

Qualunque sia il cristallo con cui scegli di lavorare, è essenziale che tu faccia la tua scelta in modo intuitivo. In altre parole, scegli ciò da cui ti senti attratto.

Se hai appena compreso come meditare con le pietre, ecco alcuni tipi comuni di cristalli utili per i principianti delle meditazione:

Ametista. Si dice che l'ametista possieda una forte energia curativa, aiuti a dormire, sostenga la circolazione sanguigna ed equilibri i Chakra.

Granato. I guaritori di cristalli credono che il Granato sia benefico per fornire energia e rigenerare il corpo. È considerato una buona scelta quando ci si riprende da una malattia.

Quarzo. Esistono diversi tipi di cristalli di quarzo, tra cui: trasparente, rosa, fumè. Si ritiene che il Quarzo trasparente migliori la consapevolezza e riduca lo stress. Il quarzo rosa, invece, è conosciuto come il cristallo dell'amore incondizionato. Si dice che aumenti i sentimenti di amor proprio e promuova relazioni amorevoli con gli altri. Infine, il Quarzo fumé è considerato una pietra miliare e può aiutarti a sentirti radicato nel Pianeta Terra. Si crede che risolva l'umore ed è usato come protezione.

Tormalina nera. Si dice che questa pietra protegga dalle radiazioni dei telefoni cellulari, anche se non ci sono prove scientifiche a sostegno di ciò. Si ritiene generalmente che la Tormalina protegga dalle energie negative.

Selenite. Se ancora non sei esperto nel come meditare con le pietre, ti consigliamo di iniziare con la Selenite che viene comunemente usata proprio per la meditazione. Aiuta il meditatore a connettersi a una coscienza superiore.

Citrino. Conosciuta come la pietra della gioia, si dice che il Citrino attiri gioia e abbondanza.

Sodalite. Porta ordine e calma nella tua mente.

Lapislazzuli. È ritenuta la pietra dello sviluppo spirituale, poiché aumenta le tue capacità intuitive e risolve i conflitti.

Occhio di Tigre. Conosciuto come una pietra di supporto per i tempi di cambiamento, si ritiene che fornisca il potere e la capacità di affermare te stesso e trovare chiarezza nelle tue intenzioni.

Pietre da meditazione VS cristalli

Quando inizi il tuo viaggio di meditazione sui cristalli, potresti notare che le parole "cristallo" e "pietra" sono usate in modo intercambiabile. Nel contesto della guarigione con i cristalli, entrambi possono essere utilizzati con buoni risultati. In termini di definizione, una pietra è una materia solida, non metallica. I cristalli sono un materiale solido composto da atomi e molecole in uno schema ripetuto noto come reticolo cristallino. Entrambi sono formati da minerali.

Ora che sai come meditare con le pietre, non ti resta che riservarti un momento di tranquillità, rifugiarti in un luogo calmo e silenzioso dove sentirti a tuo agio, creare la giusta atmosfera rilassata e scegliere i cristalli con cui iniziare a meditare. Il tuo percorso di meditazione inizia ora!

Iscriviti alla nostra newsletter!

    *Campi obbligatori

    preloader