Cristalli e acqua: quali cristalli possono essere bagnati e quali assolutamente no.

Coralie Pellissier
20 Luglio 2022

Cristalli e acqua questo è un argomento molto popolare nel mondo della cristalloterapia: quali cristalli possono essere immersi nell'acqua e, cosa più importante, quali cristalli non possono essere immersi nell'acqua? I fattori da esaminare sono molti e individuali per ogni singola pietra;
La verità è che per ogni singolo cristallo ti conviene fare un’attenta ricerca prima di usare l’acqua in quanto mentre ci sono alcune generalizzazioni, ci sono altrettante eccezioni!

Cristalli e acqua: solitamente NON bisogna purificare con l’acqua i seguenti cristalli:

  1. I cristalli con un indice inferiore a 6 sulla scala di Mohs.
  2. I cristalli che contengono ferro o rame.
    Un minerale come la pirite può arrugginire a contatto con l'acqua. L'acqua potrebbe anche far dissolvere alcuni cristalli. Un cristallo di minerale di ferro non dovrebbe mai bagnarsi, soprattutto non per un periodo di tempo prolungato o completamente immerso.
  3. I cristalli che terminano con "ite" sono generalmente cristalli che non tollerano l'acqua.
    I nomi dei cristalli tendono ad essere associati con lo stesso nome a seconda delle loro caratteristiche. Pietre come malachite, calcite, ematite, fluorite e selenite dovrebbero evitare l'acqua. Hanno una bassa tolleranza all'acqua e di solito sono anche più morbidi sulla scala di durezza Mohs. Questo li rende facili bersagli per sostenere danni irreversibili se esposti all’acqua.

Cristalli tossici che non vuoi nella tua bottiglia d'acqua o nel tuo elisir

Non tutti i cristalli sono sicuri da usare in acqua come elisir, anzi, alcuni sono tossici ed estremamente dannosi. Non solo l'acqua danneggerà potenzialmente la pietra preziosa, ma un elisir di pietra naturale da questi cristalli potrebbe essere estremamente dannoso per te e il tuo benessere. I cristalli tossici possono causare malattie, reazioni allergiche o persino la morte.

Cristalli e acqua: 17 Pietre che non dovresti MAI mettere nella tua bottiglia d'acqua o in un elisir: 

  1. Actinolite: forma fibrosa dell'amianto
  2. Amazzonite: contiene rame che è tossico
  3. Angelite: contiene piombo e zolfo
  4. Azzurrite: contiene rame
  5. Crisocolla: contiene rame
  6. Granato: contiene alluminio
  7. Ematite: contiene ferro e si arrugginisce se immerso
  8. Labradorite: contiene alluminio
  9. Lapislazzuli: contiene zolfo
  10. Magnetite: contiene ferro e si arrugginisce
  11. Malachite: contiene rame
  12. Pirite: contiene ferro e tracce di zolfo
  13. Serpentina: forma fibrosa dell'amianto
  14. Stibnite: contiene piombo e antimonio
  15. Occhio di tigre: l'occhio di tigre grezzo è una forma fibrosa di amianto
  16. Unakite: contiene alluminio e può contenere anche zirconio, che è radioattivo
  17. Zircone: contiene Zirconio (radioattivo)

Questo non è affatto un elenco onnicomprensivo e dovresti sempre controllare le proprietà della tua pietra prima di creare un elisir.

Detto ciò, puoi anche creare un elisir di cristallo perfettamente sicuro con pietre che non vanno in acqua posizionando la gemma fuori dalla bottiglia d'acqua. Questo metodo indiretto è possibile perché si pensa che l'acqua sia in grado di assorbire le proprietà curative del cristallo anche se non a contatto diretto. Le cose principali a cui prestare attenzione sono se il cristallo contiene rame, piombo, zolfo, amianto o qualsiasi altra sostanza chimica tossica o dannosa che normalmente non vorresti ingerire.

Cristalli sicuri per fare un elisir di cristallo

Assicurati sempre di utilizzare cristalli sicuri per l'acqua prima di creare elisir. Assicurarti anche che le pietre siano naturali e non alterate artificialmente in alcun modo. Inoltre, assicurati che i minerali siano puliti prima di metterli in una bottiglia d'acqua.

Cristalli e acqua: 8 comuni cristalli che sono sicuri da mettere in acqua potabile

Ecco un elenco di cristalli che possono entrare nell'acqua e, più specificamente, che sono sicuri per una un elisir di cristallo o altre forme di ingestione.

  1. Ametista
  2. Ossidiana Nera
  3. Corniola
  4. Citrino
  5. Quarzo chiaro
  6. Quarzo rosa
  7. Quarzo rutilato
  8. Quarzo fumé

cristallie acqua    cristallie acqua    cristallie acqua

radice ametistaCome per i cristalli non sicuri in acqua, questo elenco non è definitivo. Puoi creare elisir anche con cristalli che non sono in questo elenco, basta che ti informi molto bene prima.

Le pietre della famiglia del Quarzo, sono generalmente tutte sicure da mettere in acqua per produrre un elisir, quindi se sei alle prime armi magari inizia con i cristalli di prima di passare ad altro.

Pulizia dei cristalli

Cristalli e acqua: mentre tutte le pietre devono essere pulite per eliminare qualsiasi accumulo di energia negativa, non tutti i cristalli possono essere purificati allo stesso modo. Come accennato in precedenza, la scala di durezza Mohs è un ottimo modo per differenziare cristalli duri e cristalli morbidi. Più morbido è il materiale, più sicuro è presumere che non debba essere pulito in acqua, specialmente non in acqua salata.

Come pulire i cristalli con l'acqua

Se ti stai chiedendo come pulire e ricaricare i cristalli con l'acqua, una grande tecnica di pulizia per le gemme è lasciare una ciotola di acqua del rubinetto fuori la notte di luna piena. Si pensa che quest'acqua assorba l'energia lunare, una potente forza che può rimuovere le energie negative da alcuni minerali. Basta immergere la tua pietra nell'acqua lunare per eliminare le energie negative.  Lasciare la pietra all'interno dell’acqua per alcune ore per ottenere gli effetti ottimali. Sono possibili periodi più lunghi senza danneggiare il quarzo, ma altri cristalli con una natura più morbida dovranno essere monitorati un po' di più mentre sono sommersi. Per alcuni cristalli e acqua invece bastano pochi minuti.

Cristalli e acqua: c'è una differenza tra la pulizia in acqua minerale e la pulizia in acqua salata?

Cristalli e acqua: mentre alcuni cristalli sono sicuri in acqua, potrebbero non essere sicuri in acqua salata. Questo perché ci sono vari minerali nell'acqua salata che possono far dissolvere alcuni cristalli. Anche se potrebbero non dissolversi completamente, la struttura che li tiene insieme diventerà più debole e diventeranno molto più inclini a crepe e rotture.

Cristalli e acqua: 21 Cristalli comuni che dovrebbero EVITARE a tutti i costi l'acqua salata
 Come sempre, questo non è un elenco completo.

  1. Fluorite
  2. Malachite
  3. Tangerine Quartz
  4. Ambra
  5. Tormalina nera
  6. Occhio di tigre
  7. Opale
  8. Turchese
  9. Labradorite
  10. Ematite
  11. Celestite
  12. Lapis Lazuli
  13. Corniola
  14. Pirite
  15. Selenite
  16. Kyanite
  17. Azzurrite
  18. Apatite
  19. Lepidolite
  20. Calcite
  21. Kunzite

Cristalli e acqua: vale anche la pena notare che il quarzo mandarino è l'eccezione alla regola della famiglia dei Quarzi. Contiene ferro e pertanto non è consigliato l'uso in acque di alcun tipo.

Quindi, quali cristalli sono sicuri da pulire in acqua salata? 11 pietre che puoi pulire in acqua salata senza problemi

Cristalli e acqua: alcuni cristalli possono rimanere in acqua salata per lunghi periodi senza alcun danno, mentre altri minerali potrebbero preferire solo un breve periodo in acqua salata. Non ci sono due minerali uguali con le loro preferenze sull'acqua. 

  1. Quarzo chiaro
  2. Quarzo fumé
  3. Quarzo rutilato
  4. Quarzo rosa
  5. Ametista
  6. Citrino
  7. Agata
  8. Diaspro
  9. Pietra di luna
  10. Avventurina
  11. Ossidiana Nera

 Cristalli e acqua: ci sono infine dei cristalli che non possono entrare affatto nell'acqua. Questi cristalli che non possono essere nell'acqua dovrebbero evitare l'acqua salata, l'acqua gemma, l'acqua corrente, l'acqua di sorgente e tutto il resto.

  1. Gesso
  2. Selenite
  3. Celestite
  4. Pirite
  5. Hematite
  6. Azzurrite
  7. Apatite
  8. Malachite
  9. Lepidolite
  10. Opale
  11. Fluorite
  12. Apofillite
  13. Smithsonite
  14. Lodestone
  15. Giada
  16. Halite
  17. Ulexite
  18. Angelite

Cristalli e acqua: potresti notare un po' di uno schema qui, da qui la precedente generalizzazione. La maggior parte dei cristalli che non possono essere messi in acqua finiscono in -ite. Molte delle pietre preziose di questo elenco potrebbero anche gestire brevi periodi sotto l'acqua corrente per una rapida pulizia, ma sei stato avvisato. Metterli in acqua per lunghi periodi di tempo potrebbe essere la loro rovina.

Volete approfondire le vostre conoscenze sulle pietre e cristalli:  https://geology.com/

Iscriviti alla nostra newsletter!

    *Campi obbligatori

    preloader