5 aspetti da conoscere sulla Purpurite

Cristalli e minerali
19 Maggio 2021

In questo articolo ti presentiamo i 5 aspetti principali da conoscere sul minerale viola per eccellenza: la Purpurite. Qualora dopo questa lettura volessi approfondire l’argomento, ti consigliamo di visitare la scheda specifica di questa pietra che trovi all’interno del nostro sito nella sezione Cristalli.

1. Origini della Purpurite

Il nome Purpurite deriva dalla parola latina “purpura”, ovvero “viola”. Questo colore, infatti, è la gradazione predominante nella quale il minerale è presente in natura ed è grazie a tale caratteristica che è possibile identificarlo facilmente.

Da un punto di vista mineralogico, la Purpurite appartiene alla famiglia del quarzo ed è ciò che rimane dopo l'ossidazione del ferro o del manganese, o di entrambi, in seguito a una leggera azione di lisciviazione dalla Litofilite o “lithiophilite” o anche Trifilite, un minerale contenente litio. Il nome Litiofilite deriva dal greco “philos” ovvero “amico”, poiché si tratta di una pietra presente solo con il litio.

I principali giacimenti dai quali viene estratta questa pietra si trovano principalmente nella zona sud-occidentale del continente africano come in Namibia, ma anche in altri Paesi tra cui Australia, Brasile, Francia, Madagascar, Spagna, Svezia e U.S.A.

2. Caratteristiche fisiche

La Purpurite è composta da due elementi chimici principali quali fosfato di ferro e manganese. Il suo sistema cristallino è ortorombico e la sua durezza varia tra 4 e 4,5/10.

Nonostante non sia possibile classificare la Purpurite come un cristallo, questa gemma vanta ugualmente una lucentezza vitrea derivante dalle sue diverse tonalità di colore che variano dal nero brunastro, al rosso scuro, al rosso violaceo a macchie color lavanda.

 

3. Storia e credenze popolari

Scoperta solamente poco più che 100 anni fa, precisamente nel 1905, da Louis Caryl Graton e Théodore Schaller, la pietra oggetto di questo articolo deve il suo nome al suo colore particolare e sorprendente che riprende le tonalità del viola (purpura).

Pur non essendoci alcuna leggenda riguardante il suo significato nell’antichità, è certo che questa gemma ricorda la figura religiosa dei cardinali, “coloro che hanno diritto alla porpora, vestiti di colore porpora”, oppure gli imperatori, per i quali il “porporato” costituiva un simbolo di dignità.

Nel mondo moderno, nonostante la Purpurite non sia un minerale tossico per l’uomo, alcune persone lo ritengono dannoso proprio a causa del suo colore viola, anche se è comunque necessario prestare attenzione perché è solubile in acidi, in particolare in quelli che solitamente vengono usati per accentuare il colore viola. Per questo motivo, se non siete sicuri del grado di affidabilità del vostro fornitore, vi suggeriamo di lasciare a bagno per almeno una giornata la vostra Purpurite per eliminare eventuali tracce di acidi rimasti.

Da notare anche che, spesso, può sorgere un dubbio nella fase di riconoscimento della pietra, in quanto è possibile confondere un esemplare di Purpurite con della Sugilite (chiamato così in onore del suo scopritore, il professor Ken-ichi Sugi, un petrologo giapponese) che, di fatto, presentano i medesimi colori.

Ecco un confronto tra Purpurite (a destra) e Sugilite (a sinistra):   

purpurite2sugilite         

 

Tuttavia, la Sugilite non è la sola a creare confusione quando si tratta di definire se si è di fronte o meno a un pezzo di Purpurite, ma anche la Variscite può portare a un momento di maggiore analisi di identificazione. La Purpurite, infatti, è spesso associata alla Variscite, un minerale fosfato di alluminio idrato che viene spesso confuso con il turchese, poiché presente in diverse tonalità di verde.

4. Proprietà e uso in cristalloterapia

La Purpurite è un minerale con ottime proprietà metafisiche, spirituali, mentali e fisiche. In particolare, questa gemma stimola le funzioni cerebrali, purifica i campi energetici del corpo, aiuta la purificazione del sangue e regola l’acido urico.

Inoltre, questo minerale viene utilizzato in cristalloterapia per lavorare su due punti energetici precisi come il Chakra del Terzo Occhio (VI Chakra) e quello della Corona (VII Chakra). Attraverso il posizionamento della pietra sui due Chakra individuati viene favorito l’allontanamento dal mondo materiale verso la dimensione spirituale, facilitando così l'avvicinamento all’universo parallelo.

5. Significato della Purpurite

Il colore viola che, come abbiamo visto nelle righe precedenti, è la gradazione cromatica principale nella quale si presenta la Purpurite, è simbolo di dignità, nobiltà e saggezza (caratteristiche che possiamo riscontrare, ad esempio, nei funzionari della Chiesa che, non a caso, indossano anche abiti viola durante le funzioni). Questa pietra, dunque, simboleggia la libertà e l’iniziazione ed è particolarmente indicata per allontanare i pensieri negativi e purificare i campi energetici del corpo.

Iscriviti alla nostra newsletter!

    *Campi obbligatori

    preloader